Racconti di vita frugale, di autoproduzione, decrescita, riciclo, decluttering e downshifting , che sono parole spesso citate nei miei post. Uno stile di vita semplice, progetti creativi e di vita di una famiglia assolutamente sperimentale e di due bambine. Idee che dalla mia testa finiscono su queste pagine. Gocce di vita, esperienze e ricette da condividere e da copiare! Benvenuti in questo mondo!

venerdì 19 aprile 2013

il 101esimo modo per volare - ovvero le ennesime ragioni di una declutterer (cronica)

source
http://davidjure.files.wordpress.com/2010/09/scherzomanontroppo2009130x89cmmyrtillehenrion-picco.jpg

I fly because it releases my mind from the tyranny of petty things.  ~Antoine de Saint-Exupery

buonasera! sto leggendo un libro curiosissmo: i 100 modi per volare. da qui l'ispirazione al titolo del mio post! 
 decluttering today! oggi ho tagliato! ho eliminato dell'altro superfluo. ho ripreso i 3 bidoni:riuso, butto via, dono
il bottino è stato davvero corposo! un sacchetto nero, 3 sacchetti azzurri e 2 gialli.
vorrei possedere tutto in una valigia. 
liberare gli spazi è come liberare i pensieri,
mi fa stare e respirare meglio.
mi fa volare con la fantasia che non trova ostacoli di sorta.
per me entrare in un ambiente ricco di suppellettili è garanzia certa di forte sensazione di soffocamento.
non sono le cose che fanno le persone. e meno male!

a  proposito di tagli, ho stilato la mia personale filosofia in merito.
ogni volta che prendo in mano un oggetto mi chiedo:
  1. lo uso? 
  2. da quando non lo uso?
  3. mi piace davvero?
  4. potrebbe ritornarmi utile?
  5. troverei un posto dove eventualmente collocarlo?
  6. ho una relazione affettiva con l'oggetto in questione?
  7. potrei farne a meno?
  8. ne ho mica uno simile?
se ho risposto in maniera negativa a più della metà di queste domande..allora è palese che l'oggetto non mi serve, non mi piace, non mi sta bene o non ho modo di utilizzarlo per le ragioni più svariate.
quindi che faccio?
osservo l'oggetto. e mi chiedo:
  1. è così schifosamente orrendo da doverlo cestinare?
  2. posso darlo a qualcuno?
  3. posso scambiarlo con qualcuno?
  4. posso venderlo o rivalutarlo?
  5. ne avrò mica altri simili?
  6. posso riciclarlo?
e qui rientrano in gioco i bidoni magici:)
certo è che chi entra nello spirito del declutterer starà ben attento a ciò che introdurrà in casa: per quanto mi riguarda, per ogni cosa che entra ne esce un'altra!
in questo modo, qualsiasi acquisto sarà ponderato, realmente gradito, effettivamente necessario. se proprio devo investire  investo in relax, nel buon cibo e in piccoli viaggi gratificanti, oltre che in energia profusa per parenti ed amici per i quali mi piace organizzare momenti di convivialità.
per fortuna ci sono varie possibilità di smistamento, da ebay a zerorelativo, passando per il riciclo ed il riuso, ma anche per le donazioni e le giornate barattose che mi piace organizzare sul mio terrazzo!
stesso discorso vale per le bambine di casa..e voi? a che punto siete con la dipendenza da clutter, ovvero da oggetti?
so che non è semplice. a volte un ricordo, un particolare avvenimento o un dono di una persona a noi cara costituiscono un ostacolo: da quel che so e che qualcuno mi ha scritto.. è difficile lasciare andare...in fondo si lascia andare qualcosa di inanimato: i ricordi veri li portiamo indelebili nei nostri cuori:)
 

12 commenti:

  1. Che bello l'accostamento con il titolo del libro e la citazione iniziale!
    Il decluttering è un tasto davvero dolente, soprattutto per chi, come me, pesa i suoi rifiuti ogni mese.
    Proverò con i diversi bidoni, e le tue domande, e dovrò farmi un po' di violenza. Ormai compro pochissimo, ma di roba da eliminare ne ho tantissima. Il tuo post mi sarà di ispirazione per prossime operazioni di decluttering nell'armadio e non solo.
    Ciao|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Paola. il decluttering è un pensiero prima di tutto.se non siamo predisposti al cambiamento, tutto sarà effimero e di poca durata. hai tanta roba? inizia a selezionarla. è un primo passo: vedrai quante cose saranno risparmiate al cassonetto della spazzatura. associazioni, comunità, onlus e parrocchie saranno ben liete di adottare un pò della tua roba:)
      per quanto riguarda gli acquisti..beh il problema non è la quantità ma la convinzione: se acquisto due paia di pantaloni che sfrutto all'osso e getto via..allora ben venga lo shopping! ma..come la mettiamo se nell'armadio satzionano decine di paia di pantaloni frutto di acquisti compulsivi e poco convinti che ci occupano spazio e basta? grazie paola per la tua testimonianza. se vuoi ulteriore supporto non esitare a contattarmI!

      Elimina
  2. Anche noi ci facciamo spesso le tue domande, soprattutto ora con i cambi degli armadi!!! Ci piace molto reciclare i vestiti. Siamo compro lo spreco in maniera assoluta!!!
    Buon fine settimana
    Cri&Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cri&anna, il votro è un ottimo inizio! vi auguro una strada convinta e consapevole !
      katia

      Elimina
  3. mi piaacerebbe tanto tanto tanto riuscirci.

    Mi sono iscritta anche all Flylady e metto (qualche volta) in pratica i baby step.

    Ho notato che ogni volta che mi libero di qualche cosa e faccio ordine poi sto meglio, ma di fatto io inscatolo e porto in magazzino.

    Tante cose le regalo oppure le porto al mercatino dell'usato. Ma non sono mai abbastanza.

    Però si, io sono legata agli oggetti. Credo che non cambierò mai.

    A volte faccio fatica ad utilizzare particolari stoffe perchè le trovo troppo belle e quidni le conservo.

    AIUTO.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! anche io sono una seguace di flylady;)
      io il magazzino non ce l'ho, per scelta! dunque l'alternativa già la conosci:)
      le stoffe le conservi...mhhhhh io non le terrei via..rischierebbero di rovinarsi senza averne ottenuto qualcosa di piacevolmente creativo:)

      Elimina
  4. Bellissima la lista di domande, devo stamparmela e appenderla in casa! :)))
    Io sono una declutterer incostante e nevrotica, e devo dire che zerorelativo non mi ha aiutato in questo, perché mi sono liberata di un mucchio di cose, ma anche riempita di tante altre, non tutte utili... Devo sicuramente affinare anche le mie tecniche di barter ahahahah

    Sugli oggetti ricordi sono d'accordo con te: i ricordi si portano nel cuore, ma ci vuole una gran forza d'animo per agire in base a ciò, perciò un conto è saperlo, un altro è riuscire a liberarsi davvero degli oggetti, io poi anche su zr avrei piacere che certe cose di mia madre per es. andassero solo a barter che mi stanno simpatiche, e a volte faccio la difficile perché penso che certa gente non si meriti certi oggetti a cui sono affezionata, sono troppo scema io??
    E poi alcune cose le conservo per mia figlia, perché penso che potrebbero piacere a lei quando sarà grande, ma così facendo non riesco ad effettuare un declutter serio! Insomma... La strada è ancora molto lunga!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao carissima! eh si ..affinare le tecniche di barter..concordo! si scambia piacevolmente, ma con cose che realmente servono, anche per un uso estemporaneo! anche su zr..mai scambiare se non si è realmente convinti dell'utilità degli oggetti..
      per quanto riguarda l'empatia concordo con te..ma in fondo..oggi è così..domani chi lo sa..la strada è lunga ma non impraticabile! auguri!

      Elimina
  5. Ciao, il tuo blog è vermente bello e tu sei molto creativa e originale....mi piace....per questo nel mio blog c'è un premio per te, se ti va passa a ritirarlo!!
    Lidia
    cipensamamma.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! grazie 1000..passo subito a curiosare:)

      Elimina
  6. Ciao complimenti il tuo blog è davvero carino :)
    http://blog.giallozafferano.it/lericettedimelinda/

    RispondiElimina
  7. grazie melinda! i complimenti fanno sempre piacere:) passo a curiosare da te!

    RispondiElimina

.•:*♥* :•. .•:*♥* :•.pensieri stupendi.•:*♥* :•. .•:*♥* :•.