Racconti di vita frugale, di autoproduzione, decrescita, riciclo, decluttering e downshifting , che sono parole spesso citate nei miei post. Uno stile di vita semplice, progetti creativi e di vita di una famiglia assolutamente sperimentale e di due bambine. Idee che dalla mia testa finiscono su queste pagine. Gocce di vita, esperienze e ricette da condividere e da copiare! Benvenuti in questo mondo!

giovedì 14 dicembre 2017

il walzer dei panettoni - ovvero come sfidare l'antica arte pasticcera e farle un bel baffo ;)





Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia.
(Albert Einstein)

dopo aver letto qualcosa sulla preparazione di certi panettoni industriali ed aver divorato (in compagnia) un ottimo (ma costosissimo come è giusto che sia ) panettone artigianale alle castagne del Pollino, ho pensato che fosse venuto il momento di sperimentare la preparazione del panettone nella mia minicucina 😖😌😌😌

e allora mi sono messa all'opera: rispetto alla ricetta originale ho utilizzato decisamente meno burro.  le parodie e le barzellette sui pranzi calabresi non sono del tutto infondate 😉 ..e quindi ho cercato di limitare i danni, in vista delle rimpatriate con amici e parenti di varia provenienza!

quindi ora vi dico cosa mi è servito e come ho fatto.
la cosa è stata decisamente più semplice di quanto pensassi.

dunque vi servirà:
un giorno e mezzo..farina, uova, burro, poco zucchero, lievito, arance e limoni, gocce di cioccolato

e precisamente:
 per la biga:
80 gr farina
13 grammi lievito (o mezzo panetto)
40 ml di acqua
mischiare gli ingredienti, lavorarli fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico e lasciare lievitare per 3-4 ore

1 impasto
la biga lievitata
160 gr farina manitoba
90 grammi farina o
80 gr burro
80 gr zucchero
2 tuorli
180 ml acqua
mischiare gli ingredienti, lavorarli fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico e lasciare lievitare per almeno 8 ore

2 impasto
la biga lievitata
160 gr farina manitoba
20 grammi farina 0
20 gr burro
20 gr zucchero
2 cucchiai miele
2 tuorni 
la buccia grattugiata di due arance ed il succo di mezza
la buccia grattugiata di 1 limone
un baccello di vaniglia (a cui toglierete i semi)
4 cucchiai di gocce di cioccolata
mischiare gli ingredienti, lavorarli fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico e lasciare lievitare per almeno 5-6 ore già nello stampo

vi consiglio di lasciare questi impasti già in forno, perchè, toccandoli potrebbero crollare


accendere il forno a 150 gradi per 45 minuti
prima di sfornare, fate la prova stecchino

una delizia!!! provare per credere!!


6 commenti:

  1. sono una meraviglia!! e al primo colpo!!! scusa la domanda ...la biga? è l'equivalente della pasta madre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Angela! si, è il lievitino:)

      Elimina
  2. Caspita...sei stata bravissima, complimenti!
    Un caro saluto
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Carmen!! mi comunichi in pvt il tuo indirizzo? sei stata sorteggiata per la borsa di stoffa:))))

      Elimina
  3. Complimenti....troppo invotanti

    RispondiElimina

.•:*♥* :•. .•:*♥* :•.pensieri stupendi.•:*♥* :•. .•:*♥* :•.