Racconti di vita frugale, di autoproduzione, decrescita, riciclo, decluttering e downshifting , che sono parole spesso citate nei miei post. Uno stile di vita semplice, progetti creativi e di vita di una famiglia assolutamente sperimentale e di due bambine. Idee che dalla mia testa finiscono su queste pagine. Gocce di vita, esperienze e ricette da condividere e da copiare! Benvenuti in questo mondo!

martedì 4 marzo 2014

ueppa! oggi è carnevale?

 eh si, è proprio carnevale! e noi incomiciamo dolcemente la giornata con un succulento flan! il flan è un dolce francese dalla semplicità disarmante,  perché altro non è che crema cotta su una sottilissima base di pasta brisee. dunque tutto ciò che vi occorre è un disco di pasta e della crema pasticcera che doserete, condirete ed aromatizzerete a piacere. la mia di oggi è amalgamata a del cioccolato bianco,  per dare un tocco goloso e carnevalesco. arianna oggi si è vestita da spagnola, grazie alle premure di patrizia, con la quale questo delizioso vestito è stato ovviamente scambiato. se lo avessse cucito una sarta su misura non sarebbe caduto così a pennello..eppoi, anche se la giornata dovrebbe durare dalle 80 alle 120 ore, la cucina è stata teatro di manicaretti in vista di un compleanno speciale tra qualche giorno..e non solo, visto che una cassetta di agrumi è diventata barattoli e liquori...
intanto una morbida marmellata di arance con la buccia.il procedimento è semplice e necessita di arance assolutamente biologiche e senza pesticidi di sorta. intanto si lavano per bene le arance, si punzecchiano con una forchetta e si fanno bollire per 15 minuti per tre volte, scolando l acqua di cottura di volta in volta. dopo di che si lasciano raffreddare. quindi
si aggiunge lo zucchero . io 400gr zucchero per kg di frutta e si frullano grossolanamente con il pimer. si mette quindi la purea sul fuoco e, con calma zen, si rimesta di tanto inntanto fino a che il composto risulterà omogeneo e non scivolera dal cucchiaio..quindi si invasa a testa in giù.





 eppoi, in piena invasione lanzichenecca, perché non fare un bel limoncello da gustare nelle giornate afose?
ed ancora, panini mini al latte, da farcire con del salame per la festa di compleanno..
 e pure le fairy cakes, da rifinire all ultimo momento con il frosting al philadelphia di nigella, fatto semplicemente con phialdelphia bianco, zucchero a velo e qualche goccia di succo di limone. un sac a poche farà il resto! insomma, capite adesso perché per me la giornata dovrebbe essere di lunga durata? le dosi e le ricette le scriverò a lavori finiti. ora la cucina è un cantiere , ma devo approfittarne oggi, perché è una giornata che prevede la sospensione delle attività didattiche. .il tempo stringe, e i prossimi impegni sono fastidiosi ma necessari...felice carnevale!!!!




3 commenti:

  1. Mamma quante cose! Ci credo che la giornata dovrebbe durare di più per te!!!

    Maira
    inunastanzaquasirosa.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. bravissima come sempre! =)

    RispondiElimina
  3. Sono tornata a visitare il tuo blog e ho notato un errore nel mio commento... Che figura!!! Ci manchi eh! A presto

    Maira
    inunastanzaquasirosa.blogspot.it

    RispondiElimina

.•:*♥* :•. .•:*♥* :•.pensieri stupendi.•:*♥* :•. .•:*♥* :•.