Racconti di vita frugale, di autoproduzione, decrescita, riciclo, decluttering e downshifting , che sono parole spesso citate nei miei post. Uno stile di vita semplice, progetti creativi e di vita di una famiglia assolutamente sperimentale e di due bambine. Idee che dalla mia testa finiscono su queste pagine. Gocce di vita, esperienze e ricette da condividere e da copiare! Benvenuti in questo mondo!

venerdì 31 ottobre 2008

halloween in ludoteca











alla fine, dopo una discreta fatica a lavorare il vinile per il cappello da fata/strega dei fiori, il tutto è stato piacevolemnte donato ad una bambina amica della mia bisognosa di vestito. quindi punto e si ricomincia. mia madre, la nonna, fortunatamente aveva conservato un pezzo di stoffa di velluto con i fiori glitterati oro, età approssimativa 40 anni, ma portati benissimo. allora che si fa? ma un set da gnoma del bosco nella notte magica di halloween....o no?. la prima cosa da ottenere..il vestito. poi gli accessori, la bacchetta, la borsina ed il cappellino mezzo fata e mezzo gnoma. poi, dopo la prima stesura, mi sembrava tutto troppo scuro per una seienne. allora ho messo di mezzo il gusto personale ed arricchito con qualcosa di rosso. questo il risultato finale, la mia bambina non vede l'ora di andare alla festa in ludoteca!!!!!








giovedì 30 ottobre 2008

lunedì 27 ottobre 2008

laptop bag, borsa per il portatile


potrei iniziare il post definendomi una disordinata cronica, con patologia incurabile, in casa mi hanno relegato in una stanzetta dove solo e solo io posso trovare le mie cose, disseminate nei posti più insoliti, persino nei portacandele e nelle tasche dei giubbotti appesi. ma su una cosa non transigo e potrei date l'impressione di essere una perfezionista: il computer. il computer è il mio mezzo di ispirazione privilegiato, il pozzo della fertilità delle idee, un amico caro. come minimo si merita una giusta collocazione quando in disuso o trasportato fuori in trasferta. ecco allora la laptop bag, resistentissima e colorata, via valigette nere anonime, 100 cerniere che per trovare qualcosa ogni volta è un dramma...no, tutto in uno spazio...un open space dove riporre il computer, i cavetti e tutti gli attrezzi del mestiere insieme. mi piace. ne farò delle altre, multiuso, versatili, da vedersi in spiaggia come nel carrello della spesa, al mercato come nella macchina come contenitore di urgenza..poi il disegno richiama un pò la White House, il fondo bianco e i graffiti intorno sono decisamente chiccosi...

halloween suit, il costume della mia bimba




quest'anno, per la più grande delle mie bambine, si organizza una festa in ludoteca, in maschera, ma, data l'età degli invitati che spazia dei 5 ai 7 anni, nessun mostro o strega cattiva, ma tutto all'insegna della convivialità e del divertimento. ho dato un'occhiata in rete, fonte ricchissima di suggerimenti, e mi hanno molto colpito le fate disegnate da una pittrice inglese, le fate dei fiori..abbiamo pensato insieme alla mia bambina di riadattare la fata rendendola un pò strega, ecco cosa ne è venuto fuori: calcolatrice alla mano per creare il cappello, formule matematiche ormai nel cassetto da un pezzo, un pezzo di vinile dai fiori azzurro cielo e una fodera di una gonna alla quale è stato applicato un fiore ritagliato ed una lunga foglia cadente. manca la bacchetta e il collare, ma magari qualcuno condividerà e prenderà la mia idea...alla fine del lavoro presenterò la mia bambina mezza fatina e mezza streghetta vestita di tutto punto...


domenica 26 ottobre 2008

pain aux raisins

il pain aux raisins non ha prorpio questa forma, ma gli ingredienti sono fedeli ad uno dei più famosi pani francesi. non molto dolce ma delicatissimo, sarà la merenda della mia bambina per la prossima settimana...non concordo con le merendine, mai sia le patatine, questa idea mi sembra conciliare la fame della ricreazione e l'alimentazione salutare. 400g farina, burro (ma io ho utilizzato una tazzina di olio d'oliva), uvetta, 3 cucchiai colmi di zucchero, 3 uova, una stecca di vaniglia e della cannella....vado a vedere se il risultato vale la pena del post!





















è inutile!! non resisto...quando vedo qualcosa che potrebbe diventare qualcosa di diverso, compulsivamente acquisto! in origine era una tovaglia da tavola, da 6, in vinile. ma qualcosa non mi ha convinto...probabilmente la stampa inusuale per una tavola, ma evidentemente non per me e per il mio progetto...una borsa, di quelle che richiamano tanto gli anni 60, di dimensioni medie, con i manici larghi, con un portamatite coordinato. ancora imperfetta, è una prova, un prototipo, ma il vinile è un materiale che mi piace, si taglia e si rifinisce bene...ora magari mi specializzo e lo propongo al prossimo...naturalmente, la mia bambina aspettava il suo regalo dietro l'angolo..di fronte alla macchina da cucire...è ormai la sua borsa degli attrezzi:)))






lunedì 20 ottobre 2008

prova di reconstruction




in principio erano due giacche di panno, in disuso, in giacenza passiva nel mio armadio. guarda che ti riguarda, oggi l'ispirazione....a metà tra un angelo ed una fata, chiaramente già in atmosfera natalizia, manca solo una spruzzata di glitter il viso è semplicemente accennato con i colori acquerellabili della ia bambina, i bottoni vintage, i capelli ottenuti da filo di cotone preso dal baule della nonna, qualche scrap di stoffa telata per braccia e gambe, tanta pazienza ed un pizzico di fantasia. sarà un regalo, ancora però non ho individuato il destinatario:))) o forse lo venderò...non so


sabato 11 ottobre 2008

ancora....

tempo fa comperai dei set in resina composti da un angelo e 3 stelline, riposti là in attesa di una degna collocazione....che mi pare di aver trovato! un cuore imbottito e profumato alla cannella, 2 cuori country cuciti senza schema quindi volutamente asimmetrici, 2 bottoni vintage rossi, raffia e stecche di cannella....questo è il lavoro finito, con l'angelo applicato sul cuore e le stelline sulle stecche di cannella. si appende alla porta o alle maniglie per un effetto decisamente shabby chic.

via ai regali!




quest'anno ho deciso di fare i regali di natale per gli amici ed i familiari da me, un pò perchè mi piace questa cosa del fatto a mano con il cuore, un pò perchè così posso concentrarmi sulla persona a cui il regalo andrà. questo è un cuore di pezza, imbottito con poliestere profumato agli oli essenziali di betulla, quindi profumatissimo, finito con stecche di cannella e raffia imbevuta nel tè. le applique ad albero sono state fatte da me, e, dato che ne evevo 2, ho pensato di coordinarlo con un biglietto di auguri.
fatto amano con il cuore...se pensate di replicare sono qui per qualche ragguaglio..:)



giovedì 9 ottobre 2008

continua la pumpkins mania!


l'altro giorno, rovistando nel baule delle meraviglie..ho tirato fuori una stoffetta favolosa...arancio, un colore caldo, autunnale e zuccoso! allora ho pensato di continuare a fare delle zucche, da regalare o da mettere in vendita, ancora nn so, forse tutte e due le soluzioni potrebbero andare...queste sono mini, 8 cm ca di altezza, ma rifinite con passione e fantasia.....potrebbero essere adattissime come segnaposto o da tenere sulla scrivania.