Racconti di vita frugale, di autoproduzione, decrescita, riciclo, decluttering e downshifting , che sono parole spesso citate nei miei post. Uno stile di vita semplice, progetti creativi e di vita di una famiglia assolutamente sperimentale e di due bambine. Idee che dalla mia testa finiscono su queste pagine. Gocce di vita, esperienze e ricette da condividere e da copiare! Benvenuti in questo mondo!

sabato 26 maggio 2012

la fortuna dei principianti :)

buondi'. oramai e con una certa compiacenza, il mio cestino al super si nutre quasi esclusivamente di prodotti primari: farina, zucchero di canna, fruttosio, uova, latte e così via..anzi, quelle poche volte che, per motivi correlati alla fretta del quotidiano, son costretta ad acquistare prodotti industriali confezionati, un occhio piange per il rimorso e l'altro per lo spreco negli imballi..
comunque, fatta la premessa, oggi angelica è andata in trasferta con gli amici della parrocchia. ieri ho dovuto quindi farle la pizzatta per il pranzo a sacco..e, visto che il forno era caldo..mi son cimentata in quella che mai da sola avevo sfornato: la torta rovesciata all'ananas..per farla normalmente necessito dell'aiuto fondamentale della mia amica paola..eppure, ieri, con mio grande stupore, ho sfornato ( e qui giro di ruota e suon di tamburi) questa deliziosa torta, cotta a puntino, alta a dovere e davvero bella a vedersi (ora aspetto il responso di angy con la prova palato!)
vi giro la ricetta di paola..naturalmente!
2 uova
300g farina
230 gr zucchero
1 bustina di lievito
1 confezione di ananas allo sciroppo
delle ciliegine candite per l'effetto ottico:) e qui ringrazio anna:)
sbattere le uova con lo zucchero per almeno 10 minuti..
nel frattempo oleare e zuccherare il fondo di uno stampo per torta di 27-30 cm
poggiate sul fondo le fette di ananas e le ciliegine
aggiungete il succo d'ananas del barattolo all'impasto
aggiungete farina ed infine lievito
adagiate l'impasto in teglia e cuocete in forno preriscaldato non ventilato a 180 gradi per quaranta minuti:)
Nb questo dolce è assoluatamente privo di grassi, non c'è nè burro nè olio (se nn per ungere la teglia)
quindi , come direbbero gli inglesi..is suitable..è consumabile da vegetariani e da persone a dieta, sostituendo magari con il fruttosio (in questo caso metà della quantità espressa) lo zucchero.
e nei 40 minuti di attesa??????????????????? ho assemblato i miei orecchini superetnici in terracotta:)
felice pomeriggio:)


giovedì 24 maggio 2012

bottini e considerazioni personali (cronaca di un bimbaratto e presentazioni con pausa shopping)

buonasera e perdonate la latitanza. troppi impegni lavorativi distolgono la mia attenzione da cose speciali, come voi amici e come il blog:)
incomincio questo post da lei, angelica, la decenne, colta in flagranza di baratto:) ..è lei che mi ha chiesto, ispirato ed involgiato a organizzare il baratto dei bambini, seconda edizione:)

..e vi presento lui, mariano, finalmente!!! dopo tanti post dedicati, tanti compleanni nella sua ludoteca, eccolo qui, mentre da da bere ai piccoli assetati dopo aver mercanteggiato la merce da scambire;)
anche questa volta ben riuscito! tanti bambini e tanti scambi! e la cosa mi fa pensare..mi fa capire che i bambini vanno educati a certe pratiche. ieri pomeriggio arianna, che aveva incominciato una filippica su una barbie vista al super che presupponeva un'ora di negoziazioni estenuanti..dopo i canonici 5 minuti di capriccio mi ha detto..mamma..quasi quasi vedo di scmabiarla domani!
buon segno. bene.ai bambini va insegnato il valore delle cose, dei giochi e del denaro. ma questo, son certa, voi lo sapete bene.
ora azzarderemo un baratto dei grandi. chissà:)
ed anche un liber liber, un libera libro..il mio amico piero mi ha fatto riflettere sulla polisemia di questo termine.

..e questa la ludoteca..e guai se nn ci fosse!!!!!!!!!!!!!!!!!
grazie mariano e mariavittoria!
qui parte della merce di scambio
la giornata è stata divertentissima!
..e questo, ovvio, il bottino delle principesse.)
..oggi ..e qui passo al personale, ho capito di essere davvero cambiata. nello stile di vita intendo...vi racconto: nel pomeriggio, presa da impegni scolastici..ad un certo punto del collegio, mentre il mio dirigente ( e che mai lo sappia) parlava di argomenti non proprio per me interessanti..ho avuto la vocazione..la chiamata verso il nuovo negozio pittarello della città dove lavoro;)
indi..mi sono defilata..e mi sono fiondata nello shop, piena di entusasmo e con i propositi più conditi dalla lussuria e dallo spreco..
morale della favola???????????? non mi è piaciuto nulla!!!!!!!! ma può essere? c'erano 10.000 paia di scarpe lì dentro:(((((...può essere? sarà la maturità? boh? me ne sono uscita con qualche interrogativo:)
felice serata

giovedì 17 maggio 2012

mais oui...voila disneyland paris! (una miniguida per chi è in partenza e non vuole chiedere un mutuo:)!!!)

buongiorno! o meglio..bonjour:) la famiglia sperimentale è appena tornata da Parigi Marne La Vallée disneyland!
viaggio divertente, bellissimo, da rifare al più presto! non sto qui a decantare disneyland...dovrei far scrivere questo posto ad arì...che all'aeroporto non voleva salire sull'aereo per tornare a casa!!!
voglio raccontare un pò di questo viaggio, sperando di essere utile a chi lo ha in programma. regalo di compleanno della mia decenne angelica, approfittando dell'offerta alitalia che offre il viaggio ai bambini accompagnati dagli adulti, siam partiti alla volta della ville lumière:)
abbiamo prenotato l'albergo nel parco, per la precisione l'hotel santa fè, il più abbordabile ma ugualmente pulito, ordinato ed efficiente!
normalmente nel pacchetto non è compreso il trasporto dall'aeroporto al parco: non prenotate navette private! costano un botto! semmai fate l'esperienza del TGV, che ci mette 9 minuti a portarvi a destinazione e nelle ore meno trafficate, costa molto meno!
per chi andasse nel parco, dove un caffè costa 3 euro (ed è imbevibile!), un panino 9 euro ed un'acqua 3,50 euro per mezzo litro..ricordate che dentro la stazione c'è un petit casino, un supermercato con i prezzi..all'italiana!
cosa importantissima: a Parigi fa decisamente freddo! portate un giubbotto ed un cappello pesanti..la sera brrrrrrrrr...sono essenziali anche a luglio!
prima di partire..razzolate nel web..scaricate tutti i coupons che internet offre: bibite, sconti al disney store, croissant gratis se si acquista un caffè ecc...alla fine dei conti è un bel risparmio!
non scriverò altro..vi lascio alle immagini che parlano da sole:)
per quanto riguarda il bottino rimpatriato con noi...per una questione etica che comunque include un ricordo del viaggio..le bambine hanno acquistato cartoline per amici e parenti (in stazione!!!! nel parco le stesse cartoline costano il triplo!)...e due cannucce riutilizzabili al disney store, una stecca di cioccolata da weiss, al sesamo..e slurrrrrrrrrrrrp

..ed infine, ma non in ordine di importanza...un delizioso the nero dal profumo inebriante di cioccolato da kusmi, il santuario delle spezie parigino.

 full stop!


lunedì 7 maggio 2012

il decalogo del barter quasi perfetto

Conosco il prezzo di ogni cosa e il valore di nessuna


 come molti sanno, io ho trovato nel baratto, nel prestito e nella donazione, un modo semplice e divertente per risparmiare denaro, aiutare l'ambiente e ripulire l'animo da tutti quei sentimenti controversi che passano dall'avarizia alla presunzione, con una breve sosta verso la fermata dell'egoismo.
barattare, come ribadito, non è per tutti. chi baratta decluttera, chi scambia non da valore agli oggetti e cerca di svecchiarli anche da un valore sentimentale che li tiene ancorati ancora sulle nostre credenze.
chi baratta e lo fa in maniera convinta, sa di fare una serie di cose positive: non affoga tra i suoi oggetti, trova subito ciò che cerca, non produce rifiuti e rielabora tempi, luoghi e modalità di scambio.
su zerorelativo, dove ho sulle spalle più di mille oggetti scambiati, ho trovato ciò che effettivamente mi serviva: il ferro da stiro, i libri, i giocattoli per le mie bambine e tutto quanto è presente sulla lista attaccata al frigorifero sempre in fase di aggiornamento.
chi scambia lo fa perchè ci crede: ho notato che bisogna fronteggiare sentimenti negativi, quali la vergogna e la reticenza, manco si svaligiasse la banca d'Italia!


questo di seguito..il mio personale decalogo del barter quasi perfetto, dettato dalla mia esperienza, che condivido con voi prima di cedervi la parola per conoscere i vostri commenti a proposito.
provate questo piccolo esercizio: prendete un sacchetto, girate per casa, guardate (molte volte si passa per casa senza focalizzare) e provate a privarvi di cose inutilizzate riempiendo il sacchetto: vi stupirete, perchè un solo sacchetto non vi basterà affatto!


1)      Il barter quasi perfetto è sano portatore di pazienza, anche di fronte all’evidente insistenza di altri barter un po’ ansiosi di ricevere i propri oggetti, con grandi capacità gestionali, evidenti nei modi e nei fatti . Deve inoltre pazientemente rispondere alle proposte di baratto: qualche commento sfugge, si sa, e di questo dovrebbe, a priori, chiedere scusa.
2)      Il barter quasi perfetto è una persona educata, che si esprime in termini moralmente ed eticamente corretti, anche quando l’evidenza suggerirebbe tutt’altro.
3)      Il barter quasi perfetto è seguace di una filosofia di vita semplice e poco pretenziosa, che ha bisogno di tante cose, ma non guarda il prezzo e nemmeno la preziosità degli oggetti: si focalizza solo sulla necessità che ha di questi ultimi.
4)      Il barter quasi perfetto è una persona comprensiva, comunicativa e straordinariamente calma. Si guarda le vetrine, chiede con compostezza e possibilmente anticipando la richiesta con un saluto, propone un eventuale scambio che, se va in porto, non può che arrecare piacere e soddisfazione .
5)      Il barter quasi perfetto non è un commerciante e non ha il pallino del valore e del costo, insomma..non vuole fare affari.
6)      Il barter quasi perfetto contribuisce al benessere della comunità, sostiene il sito, diffonde la voce, educa il suo prossimo al baratto, al riuso, alla condivisione.
7)      Il barter quasi perfetto non chiede l’impossibile: non propone tutto usato in cambio di  tutto nuovo (il barter doc non disdegna l'oggetto di seconda mano per motivi etici ed ecologici), non chiede solo griffes, non da spazio e peso alle marche ed ai marchi.
8)      Il barter quasi perfetto deve prendere lo scambio con filosofia: se qualcosa non è andato come da aspettative, la prossima volta andrà meglio: l’esperienza insegna.
9)      Il barter quasi perfetto deve seguire le regole del sito ed applicarle in quanto appartenente alla community.
10)  Il barter quasi perfetto deve tener conto dell’imperfezione dell’essere umano e della burocrazia italiana. Deve calcolare eventuali ritardi, deve riflettere sul fatto che dietro ad un barter c’è una persona, con i suoi problemi, la sua vita e le sue esigenze quotidiane.
A voi adesso la parola.

venerdì 4 maggio 2012

BiLaNciAmO

 chi fa, sa. chi sa fare, sa di sapere.non tutti sanno di saper fare.
anonimo

buondì:)
oggi ho conosciuto una nuova blogger giuieta , che ovviamente seguo con piacere. nel suo blog autoproduzione a gogo, come piace a me..
e, perlappunto, colgo l'occasione per fare un bilancio quasi semestrale dei miei buoni propositi per il nuovo anno..autovalutando la mia opera ed il mio impegno.
e lo faccio perchè ho appena finito di dare una rinfrescata all'abbigliamento estivo..e con mio enorme piacere..ho appurato che non ho proprio nulla di nuovo da aggiungere..quindi..meno spazzatura e meno ingombro! olè!
continuo ad autoprodurmi, faccio sempre il pane  e la pizza a casa; marmellate: idem. torte: pure. yoghurt :appena posso: anche. bene, per la questione della produzione dei rifiuti, perfetto! l'acqua si depura in loco: niente bottiglie di plastica! vaiiii
se i pomodorini sul balcone, come promesso alle mie figlie (arianna con le piantine fa dei lunghi discorsi) ed i fagiolini e le fragoline produrranno qualche frutto, perfetto! a proposito, le bambine si cimentano con la serretta...regalo della mia carissima amica laura, che non poteva pensare a cosa migliore per loro;)
un taglio l'ho dato ai generi di seconda necessità, cercando di farmeli da me. il compleanno di angy: a casa tutto homemade!
la comunione? idem. cancelleria, giocattoli, chincaglierie varie, piccoli sfizi? scambiati al 90%. perfetto. libri?? se non donati o liberati da qualcuno...pure! ora non mi rimane che conoscere i vostri progressi. pensando a qualcosa da fare per la prossima estate, durante la quale la sottoscritta non percepirà stipendio ma godrà di sole e mare..che, per alcuni aspetti, sono impagabili:)
signore e signori, buona serata!


giovedì 3 maggio 2012

oggi do...i titoli!

eh si, si decluttera!!!!!! evvaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii incomincio dai libri, che metto a disposizione di tutti quanti li volessero leggere, a condizione che poi li facciano girare!!!!
incomincio a dare i titoli! per la visualizzazione e per capire di cosa si tratta..fate una ricerca on line:)
taglio e cucito per neonati e bambini con cartamodelli LIBERATO!
forgione-mondani oltre la cupola
lottman colette
raul creamona con la sola imposizione delle mani
Vivere verde seymour LIBERATO!il mondo di patty la storia più bella
paola zannoner mia e i pirati
palazzolo bernardo provenzano
anna prandoni silk ribbon
laura ashely decorare la casa LIBERATO!
la grande dinastia dei paperi paperino e il sentiero dell'unicorno  LIBERATO!
françois mauriac thérèse desqueyroux in lingua francese
stephen king minuit four in lingua francese
life  libro fotografico LIBERATO!
raymond radiguet le diable au corps in lingua francese
pirandello non è una cosa seria 100 pagine 1000 lire
lea vventure di heidi la storia di heidi e dei suoi amici
i racconti delle fate fiabe francesi
fantasmi americani 100 pagine 1000 lire
lodato grasso la mafia invisibile
franco neri franco oh franco!
anthony de mello vola verso la libertà. minilibro
haupt gocciolino l'acchiappapioggia LIBERATO!
barbapapà scuola di disegno (manca la penna magica)
pianigiani gli gnomi del bosco segreto
imparo a contare con i barbapapaà
aladdin in lingua francese
frabboni manuale di didattica generale
facile a fare cose con la carta
george sand la piccola fadette LIBERATO!
cheri huber diventa la persona che vorresti incontrare
esperimenti con i grandi scienziati libro mondadori per ragazzi LIBERATO!
  e la lista continua.... non solo con i libri, ma anche con materiali vari, accessori e di tutto e di più:)
se qualcuno fosse interessato all'adozione di questi libri, può contattarmi a il.cerchiomagico@libero.it
ricordo a chi non avesse letto il post precedente, che i libri vengono liberati gratuitamente, chiedo solo le spese di spedizione, nel caso dovessero viaggiare;)


mercoledì 2 maggio 2012

domani si decluttera...

buonasera:) domani la casa dei sogni sarà ulteriormente sfoltita delle cose inutili, inutilizzate, superflue. i sacchi son già pronti ad ospitare gli oggetti di troppo. creerò una vetrina virtuale su questo blog, temporanea. chi volesse i miei oggetti inutilizzati può contattarmi e, nel caso dovessero viaggiare, sostenere le spese di spedizione. invito le bloggers ex-compulsive a fare altrettanto. ed ugualmente a mettere a disposizione gli oggetti inutilizzati sul proprio blog. potrebbe essere un ulteriore metodo di smaltimento..e nello stesso tempo riciclo, riuso ed, ecologicamente parlando, un aiuto all'ambiente. le lettrici ed i lettori a me vicini geograficamente, non hanno che da chiedere..e prenotare il ritiro in loco:)
felice serata

martedì 1 maggio 2012

giardiniera per caso . ovvero come decorare un orto sul terrazzo con pochissimi elementi




..e quasi a costo zero:)
buondì. è vero! la necessità fa virtù. ormai le piantine sono nate, ieri mattina anche i primi fagiolini, i pomodorini rampicanti pure..è tempo di trasloco anche per loro. ma dove??? e soprattutto come?? dopo la tettoia di legno che ricopre mezzo terrazzo..il budget è davvero mini..per nn dire terminato..e quindi..io e le mie bambine che mi invogliano a fare sempre cose nuove..complice l'esercito di bloggers che sforna quantità industriali di idee.abbiamo fatto un progettino di decor ancora in fase di realizzazione:)
intanto di acquistare dei vasi di coccio manco a parlarne. di plastica non mi piacciono. però..grazie alla ringhiera, ho pensato di utilizzare delle bottiglie da 2 lt, tagliarne l'estremità superiore, bucare il fondo, decorare con i gessetti ed appendere alla ringhiera ..in fondo trattasi di rampicanti:) eppoi, per dirla tutta..il circo con la sua musica ammaliante..ci ha tenuto compagnia..

chissà che con il sole che impera qui, non camminino per la ringhiera i miei fagiolini..
allora siamo passate alla pratica: preso il gesso (posso affermare che il gesso del brico è fa vo lo so..almeno comparato ad altri utilizzati in precedenza). stampo fiori e via..bambine al seguito.  la decorazione finale è toccata interamente a loro, con qualche pennarello quasi finito, un pò..ma poca poca..acqua e una mano di vernice trasparente.

 con la mia amatissima corda, e con il loro preziosissimo aiuto, decorerò le bottiglie con i gessi e le appenderò alla ringhiera..sperando che la natura faccia il suo corso.

la prima parte del lavoro è finita, manca la fase di assemblamento e collocazione.

insomma, in questo lungo week end, tante camminate, qualche lettura, i compiti per casa, i lavoretti per il giardino pensile, il parco a cadenza regolare..ma la televisione è rimasta spenta! wow:)
ops..vi passo una novità. la mia bimba ha una pagina su questo blog tutta per lei. perchè lei se lo merita, perche non possiede la play station, perchè non è pretenziosa, perchè si accontenta ed è giusto che vada premiata e che impari..giocando, a diventare grande;) nel suo blog vuole postare i suoi lavori..e blog sia
eccolo qui ancora neonato..ma davvero desiderato:)
http://lastanzadiangelica.blogspot.it/